Site Search powered by Ajax

Dal 28 giugno al 2 luglio la XXIII edizione del MIA, Meeting Internazionale Antirazzista di Cecina

ARCI Toscana si prepara alla XXIII edizione del MIA – Meeting Internazionale Antirazzista di Cecina, che quest’anno si terrà da mercoledì 28 giugno a domenica 2 luglio nel parco della Cecinella a Cecina Mare, promosso da ARCI con il patrocinio e il contributo della Regione Toscana, del Comune di Cecina e del Cesvot.


Caratterizzatosi, nel corso della sua lunga storia, come appuntamento d’eccellenza in cui approfondire i temi legati alle migrazioni, all’antirazzismo e alle politiche dell’accoglienza, il MIA anche quest’anno raccoglierà le migliori esperienze e le voci più autorevoli per una cinque giorni di riflessione che scandaglierà il tema dell’antirazzismo in ogni sua faccia, e lo farà con una formula rinnovata. La manifestazione, infatti, si strutturerà in 5 giornate tematiche incentrate, di volta in volta, sugli aspetti più stringenti legati ai temi dell’integrazione, con alcuni focus specifici sulla Siria e sui Paesi in cui ARCI opera con i suoi progetti di solidarietà internazionale e poi con tante iniziative di formazione.

Si parlerà di Identità, per capire come queste si costruiscono e si sommano, come diventino dei fortini circondati da mura respingenti ed escludenti e come, di contro, siano sempre più fluide e interdipendenti, con valori e modelli in continuo mutamento, passando in rassegna anche le identità digitali, con le loro contraddizioni e i rischi a esse connessi. Si parlerà di Cittadinanza, coinvolgendo le seconde generazioni e cercando di costruire un dialogo tra rappresentanti del mondo della cultura, dello sport e della politica.

Altro tema cardine di questa XXIII edizione del MIA sarà la Laicità: ci si potrà confrontare con alcuni tra i principali pensatori e intellettuali sui diritti civili nel nostro Paese e in Europa, oltre a portare avanti approfondimenti sul delicato equilibrio tra laicità e libertà religiosa, tra religioni e postmodernità con attivisti, giornalisti e blogger impegnati nella battaglia per il riconoscimento dei diritti.

Ogni mattina, poi, iniziative di formazione dedicate agli operatori di settore e ai giornalisti, con i seminari organizzati dall’Atlante delle Guerre e dei Conflitti, riconosciuti come formazione dall’ODG Toscano.

La sera, spazio alla musica e all’arte con performance di teatro e concerti, come ad esempio quello degli Assalti Frontali che presenteranno il lavoro svolto in collaborazione con ARCI Toscana e che li ha visti condurre un workshop sul rap come libera forma di espressione tra i bambini e i ragazzi del centro culturale di Bab et-Tebbaneh a Tripoli del Libano, creato grazie all’impegno dell’Associazione.

Informazioni e aggiornamenti sul programma: www.mia-arci.it

Main Menu

Login Form